Marx 2007 - Marx 2007

Marx 2007 di Aldo Nove

RSS Feed

TEMPORARY ROOTS – 4

MA… LE GIORNATE NEL  2008 HANNO LA STESSA DURATA DI QUELLE DEL 1998?

"Attualmente gli avvenimenti si svolgono a una velocità che non trova riscontro nelle epoche anteriori, velocità che va aumentando senza posa e continuerà ad aumentare fino alla fine del ciclo, si tratta di una specie di progressiva "contrazione" della durata, il cui limite corrisponde al punto di arresto (…) L’aumento di velocità degli avvenimenti, man mano che ci si approssima alla fine del ciclo, può essere paragonato all’accellerazione a cui sono soggetti i corpi pesanti nel loro movimento di caduta: il cammino dell’umanità attuale somiglia in realtà al percorso di un sasso lanciato in discesa, e che accellera sempre più in quanto si avvicina al basso (…) e poichè lo svolgimento discendente della manifestazione e quindi del ciclo che ne è espressione si effettua dal polo positivo o essenziale dell’esistenza verso il suo polo negativo o sostanziale ne consegue che tutte le cose devono prendere un aspetto meno qualitativo e sempre più qualitativo; ed è per questo che l’ultimo periodo del ciclo, quello in cui viviamo, deve tendere, in modo del tutto particolare, ad affermarsi come il Regno della quantità"

René Guénon, Il regno della Quantità e i Segni dei Tempi, Adelphi

Commenti

Sì, va bene tutto, però accelerazione si scrive con una "l" sola.
L'accelerazione c'è, ma, come l'umidità col calore, la percepiamo maggiorata dal momento che possiamo comunicarla a velocità maggiori. Tuttavia quel che rimarrà alla storia sarà una sintesi che non riusciamo a scrivere ancora.