Marx 2007 - Marx 2007

Marx 2007 di Aldo Nove

RSS Feed

TEMPORARY ROOTS – 3

"Stiamo (…) ricomponendo, dopo una frattura durata milioni di anni, storia evolutiva e storia dell’intelligenza. Ci stiamo muovendo verso una storia della vita orientata dall’intelligenza e non più dall’evoluzione. Siamo sul punto di staccare completamente l’umano dalla naturalità della specie. E’ in atto una sorta di grandioso ‘effetto reversivo’ (…): la pressione evolutiva ha finito col selezionare una cultura capace di sostituirsi con la propria tecnica alla stessa selezione naturale che l’aveva prodotta.

Questo è il significato autentico del nostro presente: la totalizzazione tecnica della natura. La vita sta diventando davvero ‘uno stato mentale’. Potevamo metterci di meno o di più per arrivare al punto dove siamo: non ha importanza. Il fatto è che l’appuntamento non è stato mancato. Quel che conta è che se fino a oggi il merito è andato (in gran parte) a una serie strepitosa di combinazioni, d’ora in poi ci dovreno guadagnare tutto: e non sarà più facile.

Sostituire l’intelligenza all’evoluzione significa anche far cadere ogni barriera tra ‘naturale’ e ‘artificiale’, tra ciò che includiamo nell”umano’ e ciò che vi abbiamo tenuto fuori, e persino rimettere in questione in rapporto tra mente e corpo – le grandi dicotomie che hanno guidato l’infanzia della nostra specie".

Aldo Schiavone, Storia e destino, Einaudi 2007

Commenti

un saluto, sarà interessante leggerti
ma, intelligenza... la tecnica non è intelligenza, e una tecnologia usata in modo stupido e coercitivo ancora meno: stiamo ripiombando nella preistoria senza nemmeno essere entrati nella storia. alla fine i motivi che ci spingono ad usare la tecnica sono elementari, nascono dalle solite pulsioni animali, anzi, la tecnica permette di intercettarle meglio e provocarne sicure reazioni. l'intelligenza è un'altra cosa.